Martedì, 25 Giugno 2024
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

LND - FIGC

Abete e Tavecchio invitano il calcio femminile ad un incontro

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

stretta-di-mano2Lunedì 23 Maggio, su espresso volere del Presidente Federale Giancarlo Abete e del Presidente della LND Carlo Tavecchio, si terrà un incontro per parlare del futuro del calcio femminile. Lo stesso Presidente Federale ha chiesto la presenza di una delegazione di società formata dalla Consulta, dal Presidente della DCF Giancarlo Padovan e dai presidenti dissenzienti Marras, Aquilini, Salerno e Cortani già consigliere assembleare. Un invito ad una "chiacchierata" informale voluta dai vertici federali del calcio alla quale, si spera, prenderanno parte tutti gli invitati. I primi sondaggi però ci garantiscono l'assenza di qualche presidente e questa scelta, a mio avviso, sarebbe negativa per tutto il movimento.

Leggi tutto: Abete e Tavecchio invitano il calcio femminile ad un incontro

DCF: corso di formazione, ecco le specifiche!

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
padovanDcf_uefa"Educare e Allenare: un goal al femminile". La UEFA ha finanziato, fino a 50 mila euro, il progetto pilota presentato dalla FIGC in collaborazione con la LND - Divisione Calcio Femminile, nell'ambito dei programmi promossi a livello internazionale per la crescita del movimento.

 

Leggi tutto: DCF: corso di formazione, ecco le specifiche!

50.000 € per lo sviluppo dell'istruzione dei tecnici del calcio femminile

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
padovanDcf_uefa13 marzo 2011 - Mentre la macchina della diffamazione e della destabilizzazione ha ripreso la sua attività fondata sulla falsità e sulle strumentalizzazioni, la Divisione Calcio Femminile risponde nell'unico modo possibile: con i fatti che, come si sa, non sono confutabili. A proposito di fatti e di soldi ritengo utile segnalare a tutti, dalle società agli organi di informazione, dagli allenatori (e allenatrici) alle calciatrici la notizia, questa sì ufficiale, datata 10 marzo, con la quale il dottor Michele Uva, Responsabile Centro Studi, Sviluppo e Iniziative Speciali della Federcalcio, comunica alla Divisione Calcio Femminile l'esito di richiesta di contributo all'Uefa per un progetto di sviluppo dell'istruzione dei tecnici del calcio femminile. Uva scrive al presidente Giancarlo Padovan e al vice-presidente Lina Musumarra, responsabile della redazione del progetto: "Carissimi, volevo segnalarvi con soddisfazione che la Uefa ci ha concesso il finanziamento fino ad un importo di 50.000 euro per i corsi di formazione da svolgersi durante il campionato europeo Under 19 femminile. Ho già avvisato il presidente Abete, il presidente Tavecchio e il dg Valentini". A séguito della comunicazione, il vicepresidente Musumarra si è attivato per completare quanto scritto e previsto nel progetto di gara. Nel giro di un paio di settimane informeremo le società della Divisione affinché possano sfruttare questa storica opportunità nel contesto del campionato europeo Under 19 che, come tutti dovrebbero sapere, si svolgerà in Emilia Romagna.

Naturalmente il finanziamento Uefa NON è un prestito, ma una risorsa a fondo perduto per sostenere il progetto.

Il Presidente Giancarlo Padovan

----------------------------

dott. Andrea Polidori

Ufficio Stampa Divisione Calcio Femminile Corso d'Italia, 35/b - 00198 Roma Tel. 06.85213452 / 338.9581431

"Educare e Allenare: un goal al femminile". La UEFA ha finanziato, fino a 50 mila euro, il progetto pilota presentato dalla FIGC in collaborazione con la LND - Divisione Calcio Femminile, nell'ambito dei programmi promossi a livello internazionale per la crescita del movimento.

In questo contesto un ruolo determinante per una strategia efficace viene riconosciuto ai processi di formazione ed istruzione degli allenatori, attraverso la creazione di una rete, a livello nazionale e territoriale, che permetta un effettivo scambio di informazioni e buone pratiche sulla realtà tecnica del calcio femminile.

Le attività previste dal progetto pilota prevedono, infatti, il diretto coinvolgimento degli istruttori e dei tecnici abilitati attraverso l'organizzazione di due distinti corsi di formazione, che si svolgeranno a Cervia durante la fase finale del Campionato Europeo di Calcio Femminile Under 19:

Sessione A – Coach Advanced Course (8-10 giugno 2011)
una sessione di tre giorni per allenatori e allenatrici delle squadre dei club partecipanti al Campionato Nazionale di Calcio Femminile (serie A, A2 e B).

Sessione B – Youth Coach Course (5-7 giugno 2011)
una sessione di tre giorni per allenatori e allenatrici che operano nel settore giovanile.

Interverranno docenti di provenienza nazionale e internazionale, scelti in ambito tecnico, metodologico, medico-sportivo e psico-pedagogico. Nella formazione saranno inoltre coinvolti i CT delle Nazionali Under 19 partecipanti alla fase finale del Campionato europeo (Belgio, Germania, Italia, Norvegia, Olanda, Russia, Spagna, Svizzera), nell'ambito degli incontri per l'analisi delle gare, la cui visione costituisce materia didattica.

Il progetto consentirà l'attuazione della prima iniziativa di e-learning dedicata al calcio femminile, attraverso l'interazione del canale video dedicato, DCF Channel.
A tutti gli interessati saranno forniti informazioni e dettagli per la partecipazione ai corsi che saranno completamente gratuiti, compresa l'ospitalità alberghiera.
Un'occasione inedita e straordinaria per tutti gli allenatori delle società affiliate alla Divisione Calcio Femminile che vogliono accrescere il proprio bagaglio di formazione tecnica.

MONDIALE: LE RAGIONI PER CREDERCI PIU’ DI PRIMA

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

padovandi Giancarlo Padovan
Presidente Divisione Calcio Femminile e Capo Delegazione Nazionale A

Il giorno dopo la sconfitta interna con la Francia (pensate, l'Italia delle donne non perdeva da un anno, quando fu battuta di misura, all'Europeo di Finlandia, dalla Germania campione d'Europa: forse queste ragazze ci avevano abituato troppo bene), ho avvertito impulsi positivi direttamente dal cuore del nostro movimento: le società. Le ragioni non mancano. Mi permetto di riassumerle. 

PRIMO. La qualificazione a Germania 2011 è ancora possibile. Sia in base al regolamento, sia inbase alle nostre possibilità tecniche. L'Italia infatti va al play-off di riparazione con altre tre nazionali: Ucraina (nostro prossimo avversario il 2-3 ottobre in trasferta e il 6-7 in casa), Svizzera e Danimarca. Superando il primo barrage (l'Ucraina, appunto), si va al secondo (vincente di Svizzera e Danimarca). Superando il secondo, ci si scontra con la terza del gruppo CONCACAF. Altre sei gare, tre incontri di andata e ritorno. Questo lo garantisce il regolamento. Dal punto di vista tecnico, invece, l'Italia non era mai stata così vicina, da dodici anni a questa parte, alla qualificazione diretta. Basti pensare che, già mercoledì a Gubbio, alla fine del primo tempo e in vantaggio di 1-0, le azzurre erano virtualmente in Germania.

Leggi tutto: MONDIALE: LE RAGIONI PER CREDERCI PIU’ DI PRIMA

L'augurio del Presidente Giancarlo Padovan

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

padovanLa Divisione Calcio Femminile, che sono onorato di presiedere, si accinge, con l'inizio della Stagione Sportiva 2010/2011, a percorrere un altro passo della sua storia.
Un calcio, quello che sarà dato ai palloni negli stadi di tutta Italia, che diventa sinonimo di Calcio, maiuscolo, lo sport più bello e più praticato, sinonimo di integrazione e superamento di ogni tipo di barriera, soprattutto morale e mentale.
Negli ultimi tempi il mondo dello sport cosiddetto in rosa sta ricevendo sempre maggiori attenzioni da parte del pubblico e dei media di ogni genere. Il motivo di tale rinnovato interesse va ricercato in più di un aspetto. Lo sport delle donne, e specialmente il calcio, è quello più pulito: sia esempio che nei nostri Campionati le sanzioni disciplinari hanno un peso del tutto trascurabile. Le donne sono tenaci, determinate, leali, sportive nel senso letterale del termine.

Leggi tutto: L'augurio del Presidente Giancarlo Padovan

IL SALUTO DEL PRESIDENTE

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

supercoppa260_160La tredicesima edizione della Supercoppa presenta, come già avvenuto per la finale di Taormina un anno fa, una serie di sostanziali novità. La prima è la sede in campo neutro che ha sospeso la consuetudine di disputare la finale in casa della vincente Dell'anno precedente.
Questo offre la concreta possibilità di scegliere una location che sia davvero 'terza', garanzia di equidistanza, non solo geografica, al servizio dello sport, delle società impegnate e dei tanti tifosi che seguono attentamente e con passione le nostre attività.
Umbertide è la migliore collocazione possibile. Alla bellezza naturale e all'attrazione turistica, si aggiunge la tradizionale ospitalità dell'Umbria, e del relativo Comitato Regionale Figc-Lnd, presieduto dall'amico Luigi Repace. Non so se, come Divisione,  spremo mai ripagare deguatamente gli sforzi profusi dall'organizzazione locale per dare una cornice adeguata al onfronto tra le due migliori squadre della stagione scorsa, ovvero la Torres campione d'Italia  la Reggiana, fresca vincitrice dell'ambito trofeo della Coppa Italia. La seconda e più onsistente novità risiede proprio nell'ampiezza dell'organizzazione. Sperimentato, in maniera el tutto inedita nella precedente edizione, è un sistema di cui tutti andiamo fieri.

Leggi tutto: IL SALUTO DEL PRESIDENTE

Pagina 11 di 11

Category

Author

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze il 15 settembre 2016  n. 6032.
Direttore Walter Pettinati - PROMOITALIA Editore.

Please publish modules in offcanvas position.