Giovedì, 18 Aprile 2024
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Il Brescia torna alla vittoria con il Cittadella dopo cinque sconfitte consecutive

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Grazie al gol di Serena Magri al 60' e ad una condotta di gioco di alto livello, sotto tutti i punti di vista, le Leonesse tornano a sorridere. Seleman: «Siamo una grande squadra. Vittoria della svolta? Un passo alla volta»

Mister Seleman cambia sistema di gioco e si affida al 3-5-2 per mettersi a specchio con il Cittadella: in porta torna Lugli; difesa composta da Ripamonti, Galbiati e Perin; a centrocampo Hjohlman, Ghisi, Magri, Cristina Merli e Fracaros; attacco formato da Brayda e Fracas. Arbitra Cortese di Bologna.

La partita è equilibrata, col Cittadella che tende a mantenere più il possesso palla e il Brescia che copre tutti gli spazi con ordine. Il primo squillo arriva al 10' con la conclusione di Ferin dal limite, Lugli blocca in due tempi. Al 14' la risposta del Brescia: cross di Fracaros dalla sinistra con Brayda che viene anticipata dal tuffo plastico di Toniolo che allontana la minaccia. Al 26' Cittadella vicino al gol con la punizione dal limite di Kongouli: pallone alto di poco. Al 31' Leonesse pericolose in contropiede: Fracas prova a sorprendere Toniolo con un pallonetto dalla distanza ma senza fortuna. Al 37' ci prova Fracaros su punizione dalla distanza, nessun problema per Toniolo. Al 41' tiro da fuori di Nichele, pallone fuori non di molto.

La ripresa si apre con un Brescia più intraprendente: al 4' Hjohlman ruba palla in uscita al Cittadella, salta un'avversaria e crossa basso per Fracas che va in tuffo di testa in torsione ma c'è la parata in controtempo di Toniolo. Al 15' il vantaggio del Brescia: Magri batte Toniolo da distanza ravvicinata su assist da destra di Hjohlman. Il Cittadella accusa il colpo: al 23' contropiede portato da Luana Merli (entrata al 19' per Fracas) che serve in mezzo Hjohlman, la svedese cerca la conclusione ma Toniolo col piede si oppone. Al 25' tiro di Brayda dal. limite, pallone a lato. Col passare dei minuti inevitabilmente il Cittadella prende campo, ma senza creare pericoli a Lugli: si arriva al 39' con la discesa di La Rocca a destra e il tentativo di sorprendere Lugli sul primo palo ma il portiere del Brescia è attento e mette in corner. L'ultimo sussulto arriva al 47' con il tiro di Nichele dal limite, largo.

Finisce così, con le Leonesse a braccia alte a festeggiare una vittoria che mancava veramente da troppo tempo: tra sette giorni sfida casalinga contro la Torres.

LE INTERVISTE - «Grande carattere da parte delle ragazze - le parole di mister Ashraf Seleman - che hanno coronato una settimana bella dal punto di vista dell'impegno in allenamento. Vittoria arrivata su un campo difficile, perché il Cittadella è un'ottima squadra e stava facendo bene. Però noi siamo una grande squadra, lo dicevo dopo ogni sconfitta e lo ribadisco ovviamente oggi. Potevamo anche chiuderla prima oggi, abbiamo avuto le opportunità per farlo, ma le ragazze sono state favolose». Sul cambio di modulo: «Lavoriamo su vari sistemi durante la settimana, ed è stata un'idea nata all'improvviso e provata negli ultimissimi allenamenti. Vedendo le partite del Cittadella mi è venuto di provare a proporci in maniera diversa e siamo stato bravi interpretando bene tutte le situazioni vincendo con merito». Partita della svolta? «Non lo so, intanto era importante ritornare a vincere e farlo su un campo come questo. Per parlare di svolta dobbiamo fare una partita alla volta e chiudere al meglio questo 2022».
«Per noi era importante non subire gol - il commento di Laura Perin - e soprattutto tornare alla vittoria. Ci tenevamo tanto, questa è la vittoria del collettivo». Sulla difesa a tre: «E' un sistema interessante, sicuramente in futuro potremo approfondirlo». Ora l'imperativo è tornare alla vittoria in casa: «Intanto oggi era fondamentale cogliere i tre punti per dare un segnale, che il Brescia c'è ed è vivo. Dobbiamo tornare a farlo anche in casa, sicuramente».

«Segnare è sempre bello - la gioia di Serena Magri -. Sono felice perché questa vittoria è il frutto di tante settimane di sacrifici e di bocconi amari ingoiati. Finalmente raccogliamo un risultato positivo». Oggi Magri tra le migliori soprattutto per la presenza costante in entrambe le fasi: «Oggi tutta la squadra ha fatto una prestazione di grande livello. Ci siamo aiutate a vicenda in ogni situazione ed è questa la nostra grande forza che ci permetterà di fare bene». L'atmosfera nello spogliatoio: «Dopo una vittoria così sospirata sicuramente la gioia è tanta, non potrebbe essere altrimenti. Però da domani si comincia subito a pensare alla prossima sfida».

Cittadella - Brescia 0 - 1
Reti st 15’ Magri

Cittadella Toniolo, La Rocca (44’ st Zannini), Peruzzo, Masu, Ferin (44’ st Begal), Saggion (19’ st Dahlberg), Asta (32’ st Pizzolato), Nichele, Ambrosi, Kongouli, Benedetti. (Barbierato, Pavana, Nurzia, Orsini, Martinuzzi). Allenatore Colantuono

Brescia Lugli, Ripamonti, Galbiati, Perin (26’ st Barcella), Fracaros, Ghisi, Magri, Merli Cristina, Hjohlman, Brayda, Fracas (19’ st Merli Luana). (Ferrari, Viscardi, Pasquali, Bianchi, Bortolin, Pedrini, Lonati). Allenatore Seleman

Arbitro Clemente Cortese (Bologna)
Assistente 1 Francesco Lanfredi Sofia (Bologna)
Assistente 2 Andrea Pelotti (Bologna)

Ammonite Nichele, Hjohlman
Note Centro Sportivo Tombolo (PD). Calci d’angolo 4-2. Recupero pt 1’, st 6’.

Category

Author

calciodonne252

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze il 15 settembre 2016  n. 6032.
Direttore Walter Pettinati - PROMOITALIA Editore.

Please publish modules in offcanvas position.