Mercoledì, 17 Aprile 2024
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Primavera 2: il Como Women vince e ipoteca la promozione

Primavera 2: il Como Women vince e ipoteca la promozione
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Due tecnici giovanissimi (Bruzzano e Panzeri) guidano le prime due squadre del club lombardo: "Sono fiero di un gruppo che non si siede mai e cerca di migliorarsi con il sorriso. E che orgoglio vedere le giovani salire in Serie A". Nel weekend torna il campionato: Inter-Roma big match nel Primavera 1

Quarantotto gol fatti, soltanto quattro subiti e nessuna sconfitta in campionato. Sorride il Como Women, che si gode il primato nel Primavera 2 Femminile sognando la promozione guidato da Riccardo Panzeri, 30 anni, altro giovanissimo allenatore scelto dal club al pari di Marco Bruzzano in prima squadra. "C'è tanto orgoglio nel vedere quello che le ragazze fanno giorno dopo giorno, con divertimento e applicazione - spiega Panzeri -. Il fatto che siano in testa alla classifica è un premio alla loro fatica quotidiana: sono fiero di una squadra che non si siede mai e cerca sempre di impegnarsi con il sorriso. Spero che questa leggerezza resti dentro di loro nelle ultime sei partite ma anche in futuro. Il risultato deve essere un obiettivo e mai un'ossessione". 

Riccardo Panzeri (ph. Fabrizio Cusa) 

Panzeri non si aspettava un risultato simile a questo punto del campionato: "Il nostro girone è fatto di squadre attrezzate, allenatori bravi e giocatrici che vogliono mettersi in mostra. Però c'era l'ambizione di poter fare una grande stagione fin dall'inizio". Una squadra, quella del Como Women, composta quasi esclusivamente da ragazze locali: un aspetto, questo, che accresce i meriti del club, capace di allestire un settore giovanile composto anche dall'Under 17, dall'Under 15 e dalla scuola calcio. 

L'interazione con la prima squadra è costante, anche perché Panzeri oltre a guidare la Primavera è collaboratore tecnico di Bruzzano in Serie A. "C'è grandissima interazione, perché ci sono tante ragazze che salgono in prima squadra per gli allenamenti, Andrea Gaia Colombo è stata aggregata in prima squadra in maniera fissa, Celeste Marchiori sale due volte a settimana per gli allenamenti, il portiere Giulia Ruma ha esordito in Serie A. E durante le pause abbiamo organizzato anche sessioni di allenamento integrate per permettere alle ragazze di mettersi in mostra, ma il report che forniamo allo staff della prima squadra è continuo". 

Arrivato a Como con il direttore generale Miro Keci, Panzeri è uno degli anelli di una catena che funziona. "Stiamo mettendo il massimo in tutto quello che facciamo - spiega -. Quella del Como Women è una realtà che spero possa essere un modello, in quanto società femminile: i risultati sportivi dimostrano che c'è un grande lavoro da parte di tutti, nonostante le inevitabili difficoltà". Una storia, quella di Panzeri, che parte da lontano: dopo aver iniziato ad allenare in un piccolo club della Brianza e aver intrapreso la facoltà di Scienze Motorie, ha avuto la possibilità di entrare in contatto con l'Inter facendo un camp estivo. Tre anni alla scuola calcio nerazzurra, poi la collaborazione con l'Under 12 femminile, due stagioni in Under 14, prima della scelta di sposare il progetto del Como: "Sto imparando tantissimo in questa stagione, grazie a tutte le persone che sono presenti nei vari staff. Il confronto è fondamentale per essere persone e allenatori migliori, il sogno è quello di guidare una prima squadra". Ma nel frattempo con la Primavera è vicino alla meta. 

 

calciodonne252

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze il 15 settembre 2016  n. 6032.
Direttore Walter Pettinati - PROMOITALIA Editore.

Please publish modules in offcanvas position.